Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

Assegnato il Premio Internazionale Poggi a Venezia per l'Enogastronomia del Veneto

Acino Parlante

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

14/11/2009

Il 4 Novembre a Venezia presso il Ristorante Poggi si sono tenute le consegne dei premi ai vincitori del Primo Premio Internazionale Poggi. Un riconoscimento prestigioso che va a coloro che si sono distinti nello svolgimento di attività di promozione e diffusione della cultura enogastronomica del Veneto nel Mondo.

Il Premio Poggi nasce attorno agli anni 50 quando Ferruccio Poggi e il fratello Giuseppe, appassionati di pugilato, vollero consegnarlo a chi dei pugili locali si sarebbe distinto negli incontri. Anche Primo Carnera ne fu premiato. Va anche detto che il Caffè Poggi, oltre ad essere un punto di incontro per i pugili, veniva adoperato per le pese degli atleti prima degli incontri e, mancando le palestre per gli allenamenti, i sacchi di caffè venivano agganciati alle travature diventando così dei sacchi da allenamento.

Oggi quel premio viene trasformato in premio per l’enogastronomia, visto l’interesse nutrito dall’attuale chef Stefano Aldreghetti, Campione del Mondo all’ultima rassegna del Girotonno in Sardegna e più volte premiato tra i migliori chef d’Italia.Alla serata di premiazione moltissime le autorità veneziane e venete della cultura e dell’arte, dalla Fondazione Cini, alla Biennale. Una grande occasione di valorizzazione della cultura venziana e veneta.

Le sezioni che sono state considerate sono quattro, cucina regionale, cucina provinciale, enologia, letteratura e giornalismo enogastronomico. I primi vincitori del premio sono stati scelti da una commissione formata da giornalisti, sommelliers, produttori di vino e chef. Ecco i premiati con le relative menzioni.

Primo Premio Internazionale Poggi : Sezione Cucina e Territorio del Veneto
Graziano Manzatto : Presidente Federazione Italiana Cuochi del Veneto
“Oltre al lavoro svolto per diffondere le tradizione gastronomiche venete, ha pubblicato un trattato di cucina che coinvolge 49 paesi del mondo ed 84 firmatari: opera unica nel suo genere che testimonia anche un sensibile interesse per il problema della fame nel terzo mondo. Il trattato che è stato consegnato nelle mani di importanti autorità quali papa Benedetto XI e di alcuni Ministri del nostro Governo, fa si che il nostro territorio sia punto di riferimento per il rispetto delle regole della Cucina Internazionale”.


Sezione Cucina e Territorio di Venezia
Franco Favaretto : Titolare del Ristorante Baccalà Divino di Mestre
“Per aver fatto di un’antica ricetta veneziana – il Baccalà Mantecato – un baluardo del nostro orgoglio culinario; una ricetta che, grazie al suo straordinario impegno, è oggi universalmente conosciuta ed apprezzata, così diffondendo nel mondo la cultura e le tradizioni tipiche del nostro popolo”.

Sezione Enologia
Gianluca Bisol : Titolare Spumanti Bisol di Valdobbiadene
Per aver fatto rivivere nell’Isola lagunare di Mazzorbo un antico vigneto, riportandolo a nuovi splendori e riconsegnando quindi al mondo un vitigno testimone di antiche tradizioni che sembravano essere perdute nell’oblio dei secoli”

Sezione Giornalismo e Letteratura enogastronomica
Bernardo Pasquali : Giornalista, Coordinatore Veneto della Guida Vini Buoni d'Italia Touring Club
“Per essersi adoperato con professionalità e dedizione, alla diffusione dei prodotti tipici del territorio Veneto, con particolare riguardo al grande vino Amarone della Valpolicella. Inoltre, in questi ultimi anni, i vini del Veneto, grazie al suo prestigioso lavoro svolto, sono tra i più citati nel mondo”.

Menzioni d’Onore
Panifici Rizzo
“Per aver riportato ad antichi splendori alcuni monumenti della città di Venezia”.

Fabio Legnaro : Titolare dell'Antica Trattoria Ballotta di Torreglia
“Per aver  operato nel settore dell’enogastronomia con impegno contribuendo all’affermazione nel mondo della cucina delle province del Veneto, e per essersi fattivamente adoperato a favorire l’intestazione di una strada in comune di Torreglia ad un padre della cucina universalmente riconosciuto: Orio Vergani”

 

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'