Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

Campo Casal Vegri 2010. Un Valpolicella Superiore very maranese

L'elegante piacevolezza della semplicità e la forza di un grande territorio, Marano di Valpolicella.

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

14/08/2014

La prima che sono salito da loro a Marano di Valpolicella lo avevo fatto perché da una degustazione in quel vino si nascondeva un pensiero, un’anima, una ricerca identitaria forte. Un mix di sensazioni che non possono lasciarti distaccato. Alessandro era un giovane che da poco si era preso in gestione con il padre e il fratello quella azienda che nasceva da una costola “fratturata” di una cantina più grande e consolidata. Cose che capitano. Ma la bellezza e la forza del coraggio sono qualità che appartengono a pochi. Ricordo la luce che esprimevano quegli occhi di Alessandro quando mi accompagnava tra gli spazi non ancora del tutto finiti della sua cantina a completa gravità. E la magia vibrante del giovane vignaiolo che ti guida tra filari di vigne vecchie che raccontano la storia di una famiglia a cui si sente di appartenere con orgoglio. Nei suoi vini c’era tutta la gentilezza e la piacevolezza delle terre di 

Marano e la profondità che solo le corvine da vigne vecchie sa offrire ai Valpolicella. Il vigneto Ravazzòl domina la cantina in un’arena suggestiva che si abbarbica alla dorsale orientale del Monte Sant’Urbano; una lingua di fuoco che si è creata dalle eruzioni dell’unico piccolo vulcano sottomarino di tutta la Valpolicella Classica, il Castelon, che accoglie tra le fronde di olivi il medievale santuario di Santa Maria Valverde. La storia di Alessandro, Nicola e del papà Pietro è stata un lento ma continuo crescendo di affermazioni, di conquiste di fiducia e di veri e propri fans che oggi la ritengono una delle realtà della Valpolicella tra le più nitide e affascinanti…io sono uno di quelli!

Ho deciso di aprire una loro bottiglia di Valpolicella Superiore DOC Campo Casal Vegri del 2010. Alessandro e Nicola non producono Ripasso e di questi tempi, considerando quanto questo vino realizza, è una notizia very rebel. Una scelta che rispetta però l’atteggiamento purista e di ricerca identitaria che li caratterizza. Ricordiamoci infatti che la categoria Superiore in un Valpolicella è un viatico fondamentale per capire un territorio e discernere i vari cru. Questo CasalVegri è straordinariamente “maranese”, con la sua elegante e piacevole ciliegia amarena tipica venata di una delicata speziatura di pepe. Una sensazione di frutta rossa ancora fresca mista a nuance floreali di rosa rossa. Un profumo netto, fresco, invitante. La sorpresa è al palato dove avvolge con la sua rotondità fruttata di amarena e, in punta piccante, del pepe nero. Ampio, setoso nei tannini, sapido e dotato di particolare equilibrio. Una bella interpretazione di quella valle gentile dove i tufi di antiche colate e zampilli si mescolano alla pietra e all’argilla. Campo Casal Vegri abbina struttura a piacevolezza con una semplicità disarmante.  E’ la forza di questa famiglia di vignaioli.

Azienda Agricola Cà La Bionda

Via Bionda,4 Marano di Valpolicella VR
www.calabionda.it

Bernardo Pasquali

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'