Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

Costalunga il vigneto della luce

Iniziamo un viaggio attraverso i cru della Valpolicella. Piccole parcelle di vigneto da cui provengono grandi Amaroni. 

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

18/10/2013

 

Il vigneto Costalunga fa parte del complesso della Tenuta omonima di Zenato nel comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella. Una terrazza che si affaccia sul Lago di Garda con una vista panoramica di rara bellezza. Sono 35 ettari dove si coltivano Corvina, Rondinella e Oseleta. Il sistema di allevamento è a spalliera o Guyot. Le vigne coprono l’intera collina e sono esposte a sud/sud-ovest. Respirano la fresca brezza del Monte Baldo e della Valle dell’Adige oltre ad essere particolarmente luminose anche grazie alla luce riflessa dall’ampio specchio del Lago di Garda.

Il terreno è decisamente calcareo e poggia su una piattaforma rigida che presenta però in superficie uno strato di scisti e argilla. E’ un suolo ideale per la viticoltura in Valpolicella Classica in quanto riesce a donare refrigerio e costante idratazione alle radici della pianta preservandola durante l’estate dai fenomeni siccitosi e, in inverno, dai fenomeni di irrigidimento delle temperature. La ventilazione inoltre facilita la sanità delle uve ed è ottimale per tutti i processi di appassimento. La luminosità è un altro fattore importante soprattutto per l’attivazione dei fenomeni di fotosintesi clorofilliana e quindi di maturazione e arricchimento delle componenti aromatiche degli acini.

Da questo vigneto provengono le uve per gli Amaroni di Zenato e per il vino “Ripassa”

Bernardo Pasquali

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'