Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

In Valpolicella è partita la vendemmia 2012!

In Valpolicella è iniziata la vendemmia delle uve da pigiare subito per la produzione di Valpolicella, preceduta di una settimana dalla raccolta dei grappoli riservati invece all'appassimento per la trasformazione in  Amarone e Recioto. 

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

19/09/2012

In Valpolicella è iniziata la vendemmia delle uve da pigiare subito per la produzione di Valpolicella, preceduta di una settimana dalla raccolta dei grappoli riservati invece all'appassimento per la trasformazione in  Amarone e Recioto. Nella zona della doc Valpolicella infatti la vendemmia è caratterizzata da due tempi differenti, a seconda della destinazione dell'uva. Le previsioni quantitative delle rese  non prevedono scostamenti significativi rispetto alla media produttiva e tutto fa presagire che il 2012 sarà un'annata di qualità. L'elemento caratterizzante sul piano meteorologico è rappresentato dalle temperature, che nei tre mesi estivi hanno registrato valori notevolmente superiori alle medie ventennali. Una situazione che ha influenzato lo sviluppo della vite sia in  positivo che in negativo. L'aspetto positivo è stato l'azzeramento dei problemi fitopatologici, poiché le alte temperature hanno bloccato le infezioni di peronospora ed oidio e limitato il volo degli insetti. Tuttavia le stesse temperature non hanno favorito l'attività fisiologica delle piante,  e solo a fine agosto l'arrivo delle piogge e l'abbassamento dei valori hanno permesso alle viti di riprendere il proprio equilibrio.

E' stato comunque un anno di particolare stress per le piante in ragione di un'accentuata siccità sia invernale che estiva.  La maggioranza dei vigneti del Valpolicella sono dotati di sistemi di irrigazione, perciò dove si è prontamente intervenuti le viti non hanno sofferto. Situazioni critiche si sono verificate solo per i giovani vigneti dell'alta collina, laddove mancava la possibilità di irrigare, mentre gli impianti adulti hanno resistito meglio al periodo siccitoso. Le date di inizio vendemmia per la scelta delle uve destinate all'appassimento per la produzione di Amarone della Valpolicella e Recioto della Valpolicella e la data di inizio vendemmia delle uve per la pigiatura fresca sono state decise valutando i risultati delle curve di maturazione delle uve risultanti dai monitoraggi effettuati a partire da metà agosto sui vigneti testimoni. Le date di raccolta sono in linea con il calendario storico della Valpolicella, anche se quella del 2012 va comunque annoverata tra le vendemmie anticipate, similmente a quella del 2011, a cui si diede il via una settimana prima.

La produzione totale non si discosterà di molto dalle medie produttive degli ultimi anni (da uguale a meno 5 %) e il calo previsto è attribuibile esclusivamente agli appezzamenti privi di irrigazione.

Il grado zuccherino Babo (medio di tutti i rilievi)  è media con gli ultimi anni.
Anche il Ph  del succo si posiziona bene, con livelli medio bassi; l'acidità totale è calata rapidamente sino a valori abbastanza scarsi, inferiori agli anni scorsi, causa le elevate temperature del mese di agosto.

"Se alla selezione in vigneto farà seguito una cernita altrettanto accurata delle uve da mettere a riposo, si prospetta un'annata assai promettente, soprattutto per l'Amarone, paragonabile a quella dello scorso anno. -- conferma il presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella Christian Marchesini -- L'impegno del Consorzio per garantire la massima qualità si è concretizzato nella richiesta alla Regione di ridurre la resa per ettaro al 50 % (con un'ulteriore riduzione per le zone colpite dalla grandine), anziché al 65% come previsto dal disciplinare per le uve destinate alla produzione di Amarone. Inoltre, per contribuire al mantenimento della qualità, si è rinnovata la collaborazione di tutti gli enti preposti al controllo del rispetto del disciplinare, tra cui Corpo Forestale, Icqrf e Siquria. Un lavoro di squadra dove ognuno, produttori, Consorzio ed enti di controllo,  collabora fattivamente affinché i vini della Valpolicella mantengano lo standard di eccellenza e qualità per cui sono rinomati nel mondo."


19 settembre 2012

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'