Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

Terre Bianche di Mezzane vince il Palio Aipo 2012

Silvano Felisi e la moglie sono due innamorati della vallata di Mezzane. Per loro è l'olio più che il vino a scatenare la passione di produttori.

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

29/01/2012

Silvano Felisi e la moglie sono due innamorati della vallata di Mezzane. Per loro è l'olio più che il vino a scatenare la passione di produttori. Una piccola realtà che però farà molto parlare di sè! Un frantoio in stile "garage" tanto è piccolo ma allo stesso tempo perfetto. Si tratta di uno dei tanti impianti che nella vallata di Mezzane e Illasi stanno prendendo vita. Qui la qualità delle olive è straordinaria e la riscoperta del Grignano è stata uno dei cavalli di battaglia che per primo il giovane Mirko Sella aveva individuato. Possiamo affermare che si tratti della vera oliva autoctona di Mezzane. Le terre profondamente eterogenee ma colme di calcare affiorante e di scisti perforanti le argille bianche sono un indiscusso valore aggiunto che poche altre terre possono permettersi. Silvano è uno che vive la via con grande passione e gioia. Uno di quelli che ha le porte aperte della sua casa per i giovani del paese amici del figlio. Uno di quelli che ti fa sentire a casa tua anche se è la prima volta che lo vai a trovare. Ama l'arte e le sue pareti sono piene di quadri coloratissimi. La moglie condivide con lui non solo la bellezza di una vita da sposa ma anche questa bellissima avventura. Con le sue mani raccoglie le olive e le tagliuzza a julienne per ottenere degli splendidi sott'olio da accompagnare a tavola. Un profumo invade sempre la cucina quando si aggiunge un pò di olio Terre Bianche a qualsiasi piatto. Ne prepara due Silvano e li chiama con dei nomi che fanno ridere, ma se lo si conosce si capisce perchè! Il primo olio è "L'oio del famejo" che in dialetto veneto significa il padre di famiglia, l'altro "El bocon del prete", cioè il boccone del prete per indicare che si tratta di una cosa molto pregiata!

In entrambe i casi due prodotti di grande pulizia e di schiettezza olfattiva con un fruttato medio e piacevolmente amandorlato. Belle sensazioni di mela verde soprattutto nel Bocon del prete con Grignano in purezza dove emerge anche una bella nota di carciofo e di erbette aromatiche fresche. Una sensazione delicatamente balsamica.

A tutti voi ora il consiglio di salire a Mezzane, farvi un giretto per le bellissime colline vitate e ricche di oliveti, poi scendere e passara da Silvano e divertirvi con lui assaggiando le sue prelibatezze e "fare scorta" del suo magnifico olio!!

Bernardo Pasquali

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'