Acino Parlante: blog vino, birra, olio, tendenze

12 Chiavi per un Nero d'Avola di classe Siciliano!

E' una nuova azienda siciliana. Di Paceco. Siamo nel trapanese vicino alla DOc di Alcamo.

Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter

14/08/2013

E' una nuova azienda siciliana. Di Paceco. Siamo nel trapanese vicino alla DOc di Alcamo. Sono terreni ricchi di argille e di rocce ferrose. Vigneti che respirano le brezze salate del mare che contrastano con le frescure notturne provenienti dalle alture dell'interno. E' la Sicilia più occidentale. E' la Sicilia del Sole! Della luce che agevola tutti i processi fotosintetici utili alla maturazione ottimale delle uve. E' la Sicilia dei profumi della terra arsa e allo stesso tempo ricca di minerali.

12 Chiavi è un'azienda che nasce dall'esperienza di Leo Accardo, titolare insieme alla moglie Alessandra Plaja. Da molti anni selezionature delle uve per importanti cantine siciliane ha intrapreso questa bellissima avventura che sta offrendo grandi soddisfazioni. Non sono molti i vini prodotti e l'obiettivo è quello di far vibrare la Sicilia più autentica con i suoi vitigni più rappresentativi. Il Nero d'Avola chiamato "Opera al Nero" poi il Grillo chiamato "Oprea al Bianco". La prossima primavera prevede nuovi imbottigliamenti di autoctoni come  Inzolia, Catarratto e Nerello Mascalese.

Sono vini di grande pulizia e di straordinaria eleganza quelli prodotti da Leo e Alessandra. Se il Grillo presenta una piacevolissima sensazione di drupe gialle e di agrumi con una netta freschezza e un bellissimo retrogusto di nocciola dolce, il Nero d'Avola è caldo e rotondo con una fine sensazione di frutto croccante rosso. Tannini delicati e ben calibrati che lo rendono accattivante alla beva e intrigante nel retrogusto di confettura di lampone. Fresco e decisamente sapido.

12 Chiavi è la Sicilia che va oltre. Un'interpretazione innovativa ma rispettosa degli antichi vitigni che ne hanno fatto la storia enologica. Leo cerca l'integrità del frutto, la sostanzialità dell'autoctono. Cerca la forza interpretativa dei terreni di appartenenza. Non cerca l'omologazione. Leo e Alessandra fanno parte di quella nuova generazione di vignaioli che oltre all'esperienza agronomica cercano la forza comunicativa della Trinacria attraverso la forza della qualità del prodotto. Insomma una nuova Sicilia!



 

Bernardo Pasquali

Le foto selezionate per voi

Il cantina e'