Tagliatelle “Ton e bisi”

Tagliatelle “Ton e bisi”



Il "ton e bisi" è uno dei più bei ricordi culinari della nostra infanzia.Questa ricetta che riproponiamo l'abbiamo rielaborata con l'utilizzo del tonno fresco (che dà più delicatezza al palato) e la guarnizione del tonno a cubetti


Dosi per 4 persone

Ingrediente Q.tà Note

Cipolla

 1/2

 

Maggiorana

 2 rametti

 

Olio extravergine d'oliva

 

 

Piselli

 300 g.

 

pomodori perini

 150 g.

 

sale, pepe

 q.b.

 

tagliatelle all’uovo fresche

 500 g.

 

tonno fresco

 300 g.

 metà a dadini e metà a tartare


Tempo di preparazione : 45 minuti ( compreso del tempo di cottura : 0 minuti )

Difficoltà:

bassa

Costo indicativo:

medio

Preparazione:

Prepara i piselli: in una casseruola fai imbiondire la cipolla tagliata a fettine in un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungi quindi i piselli, mescola, aggiungi un mestolino di acqua calda, del sale e fai cuocere per circa 20 minuti con il coperchio e a fuoco basso.
Nel frattempo prepara il tonno: tagliane metà a tartare con il coltello, l'altra metà a dadini di circa mezzo centimetro di lato.
Passato il tempo indicato precedentemente aggiungi ai piselli la tartare di tonno e la salsa di pomodoro e continua la cottura per altri 15 minuti.
Metti a cuocere la pasta in acqua bollente salata.
In una padella scalda un filo di olio extravergine d'oliva con i rametti di maggiorana e, quando è ben caldo, fai saltare velocemente i cubetti di tonno. La cottura ottimale c'è quando l'esterno è cotto e l'interno ancora rosso. Aggiusta di sale e pepe.
Scola la pasta al dente e falla saltare nel sugo di tonno e piselli. Impiatta completando il piatto con un paio di cucchiaiate di cubetti di tonno.

Consigli:

Questa ricetta che riproponiamo l'abbiamo rielaborata con l'utilizzo del tonno fresco (che dà più delicatezza al palato) e la guarnizione del tonno a cubetti. Anche la scelta delle tagliatelle è un classico della nostra cucina.

Curiosità:

Il "ton e bisi" è uno dei più bei ricordi culinari della nostra infanzia. Spesso la mamma preparava questo piatto come secondo, più raramente come condimento per la pasta. Il tonno era quello in scatola, quello fresco non era usato, probabilmente non era nemmeno facile da trovare. Il piatto si accompagnava con quantità industriali di pane in quanto veniva preparato con molto "pocéto", quindi non asciutto, ma liquido per la presenza di olio e salsa di pomodoro. Ecco quindi che il pane serviva sia da accompagnamento sia per la finale ed immancabile scarpetta.

Stagione preferibile:

estate

Servire:

caldo
Luisa e Marco
Abbinamenti

Immagini correlate