Casonsèi bresciani

Casonsèi bresciani



Piatto tipico della bassa bresciana qui proposto in versione "magra". Barbariga e Longhena si contendono il titolo di "paese dei casoncelli" e nel mese di settembre la provincia bresciana è un fiorire di sagre dedicate a questo piatto.


Dosi per 6 persone

Ingrediente Q.tà Note

Aglio

 1 spicchio spellato

 

Brodo vegetale

 1 pentolino

 

Burro

 300 g

 

Farina bianca

 500 g

 

Formaggio Grana Padano

 200 g

 

Noce moscata

 

 

pane raffermo grattugiato

 200 g

 

Prezzemolo

 

 tritato

Sale

 

 

Uova

 5

 

Tipologia piatto : per celiaci, per vegetariani, per vegani


Tempo di preparazione : 90 minuti ( compreso del tempo di cottura : 0 minuti )

Difficoltà:

alta

Costo indicativo:

basso

Preparazione:

Inizia preparando il ripieno: fai sciogliere 100 g. di burro in un padellino, aggiungi uno spicchio d'aglio e fallo soffriggere fino a quando il burro assume un colore dorato e togli dal fuoco.

Metti il pane e il formaggio grattugiati in una terrina, aggiungi il burro fuso (senza l'aglio) e inizia a versare del brodo vegetale leggero e caldo mescolando il tutto. La quantità di brodo è quella necessaria ad ottenere un impasto compatto, che si possa lavorare con le mani. Aggiungere anche del prezzemolo tritato, sale e una spolverata di noce moscata.

Prepara ora la pasta fresca seguendo la ricetta a questo link: http://www.acinoparlante.it/articoli/364/Le-tagliatelle-di-nonna-Pina.html. La pasta va tirata sfoglie sottili con una larghezza di circa 12 centimetri.

Taglia la pasta in rettangoli di circa 12 x 8 centimetri. Poni al centro di ogni rettangolo una pallina di ripieno e fai quindi sovrapporre i due lati lunghi sigillando bene e stringendo le estremità in modo da ottenere la caratteristica forma a caramella.

Fai cuocere in acqua bollente salata i casoncelli per circa 4 minuti, scolali delicatamente utilizzando una schiumarola, ponili nei piatti e condiscili con del burro fuso (che avrai precedentemente aromatizzato con qualche foglia di salvia) e una spolverata di grana padano.

Curiosità:

Il "ripieno di magro" dei casoncelli faceva parte della cucina povera della campagna bresciana e veniva utilizzato non solo per la preparazione di questo piatto, ma anche per fare da ripieno alla gallina nella grandi occasioni. La sua preparazione era una festa per noi bambini: la nonna ce ne dava dei bocconcini da assaggiare e il sapore mi è rimasto impresso nella mente.

Questo impasto veniva sempre preparato in abbondanza e così ne rimaneva anche per cucinare delle deliziose polpette.

Luisa

Stagione preferibile:

autunno, inverno

La consigliamo anche per"

natale

Servire:

appena preparato
Luisa e Marco
Abbinamenti

Immagini correlate