Le tagliatelle di nonna Pina

Lanciamo una sfida: preparare un piatto di tagliatelle in 45 minuti. Pronti?


Notizie in ambito wine, anteprime e consigli, iscriviti alla newsletter



21/04/2014

La 46a edizione dello Zecchino d'Oro, nel 2003, è vinta dal brano "Le tagliatelle di nonna Pina" scritto da Gian Marco Gualandi per celebrare la specialità della suocera Giuseppina che impastava farina e uova e tirava la sfoglia fin dall'età di 9 anni. Tutti abbiamo una propria "nonna Pina" che ci ha preparato, e magari ancora ci prepara, la pasta fatta in casa.

 

Ma quante volte abbiamo rinunciato a questo piacere della tavola per pigrizia o per mancanza di tempo pensando che la preparazione della pasta fatta in casa fosse attività difficile e lunga?

 

Nelle prossime righe lanciamo una sfida: preparare un appetitoso piatto di tagliatelle fumanti in 45 minuti.

 

Le dosi sono semplicissime: 1 uovo ogni 100 grammi di farina. Per quattro persone (piuttosto affamate) impasta 3 uova e 300 grammi di farina. Nella scelta della farina ti lasciamo la massima libertà: dalla super classica farina bianca 00, a quella integrale, da quella di Kamut alle tante farine miste presenti sugli scaffali dei supermercati.

 

 

Il primo segreto per rendere veloce e facile l'impasto è l'utilizzo di un robot da cucina equipaggiato con le normali lame. Metti farina e uova, con un pizzico di sale, nel cestello e avvia; magicamente, nel giro di pochi secondi, prenderà forma l'impasto.

 

A seconda della farina utilizzata o dalla grandezza delle uova potrebbe essere necessario aggiungere piccole dosi di farina (se l'impasto non fosse abbastanza sodo ed elastico) oppure qualche cucchiaio di acqua nel caso la massa dovesse rimanere grumosa e secca. In tutto l'impasto nel cestello non dovrà durare più di 90 secondi. Estrai la pasta e verifica l'elasticità e la compattezza impastandolo velocemente con le mani. Lascialo riposare qualche minuto.

 

 

E' arrivato ora il momento di tirare la sfoglia e di tagliarla alla misura voluta. Indispensabile per questa operazione un attrezzo che non deve mai mancare in una buona cucina: la "macchinetta" con i rulli regolabili.

 

Dividi la pasta in pezzi regolari e inizia a passare i pezzi di impasto nei rulli, dapprima più larghi e in seguito via via più stretti fino a raggiungere lo spessore desiderato.

 

 

I primi passaggi devono essere eseguiti più volte ripiegando ogni volta la pasta su sé stessa. Questa operazione ammorbidisce la pasta e la rende adatta a essere tirata a spessori ridotti. Altra operazione importante da eseguire in questa fase è mantenere infarinate le sfoglie per farle scivolare tra i rulli. Stendi le sfoglie e lasciale riposare per qualche minuto. Passale ora nella trafila per tagliatelle per ottenere il prodotto finito che andrai a stendere e infarinare per evitare che si attacchi.

 

Cuoci le tagliatelle in acqua bollente salata per pochi minuti (dipende dallo spessore).

 

Scola, condisci con il condimento preferito e… buon appetito. E se non c'è il sugo? Una noce di burro e una grattugiata di formaggio renderà le tagliatelle divine!!!

 

Luisa e Marco

La tua azienda in mostra su acinoparlante.it



Il cantina e'